L’istituto d’istruzione superiore Pomilio entra in una dimensione europea con il progetto comunitario chiamato Smart classrooms, Smart students. La preside Anna Maria Giusti e un team di docenti sensibili all’importanza della formazione dei ragazzi in ambito europeo, hanno aderito alla proposta della Commissione europea di presentare progetti innovativi targati Erasmus Plus, programma valido dal 2014 al 2020 e dedicato all’istruzione, alla formazione, alla gioventù e allo sport, aperto a tutti i cittadini europei. Il progetto vede coinvolti, oltre a quello teatino, quattro istituti di altrettante nazioni: Turchia, Lituania, Bulgaria e Macedonia. Proprio in Macedonia, a fine Marzo, inizierà l’avventura degli studenti del Pomilio. Le tappe successive prevedono un meeting in Lituania a maggio, uno in Bulgaria a ottobre e, nella primavera del 2019, la tappa italiana, proprio a Chieti. L’obiettivo del partenariato internazionale è quello di promuovere, tra gli studenti dei diversi paesi, l’integrazione e affrontare, sostenere situazioni di disagio e prevenire l’abbandono scolastico. Lo scorso Dicembre 2017 si è tenuto in Turchia, Paese capofila, il primo incontro – di tipo organizzativo – tra i Docenti referenti della varie scuole e nazioni coinvolte.
Categorie: News